I SAPORI

 

Gargnano è terra ricca di sapori che traggono la loro particolarità da una forte terra calcarea e da un microclima favorevole.

Tra le sue tipicità, spiccano i limoni ed i cedri coltivati ancora nelle antiche limonaie, seguendo il metodo tradizionale; gli ulivi, dai quali si produce un rinomato olio extravergine caratterizzato da un delicato gusto erbaceo e lievemente piccante; il cappero, con i suoi meravigliosi fiori, che cresce spontaneo sui muri di pietra esposti al sole;

il pesce fresco di lago con cavedani, coregoni, trote, lucci, persici, anguille ed il famoso carpione, che si trova solo in questo lago, a grande profondità.

Piccoli allevamenti forniscono il latte per genuini formaggi di latte di mucca e di capra. La tradizione venatoria del posto, fornisce abbondante cacciagione tra la quale il cinghiale, dal caratteristico gusto selvatico.

LO SPIEDO

Il vero piatto tipico locale è lo SPIEDO. Cinque varietà di carni, alternate con pezzi di patata e foglie di salvia cotto su spiedini alla brace e annaffiato con abbondante burro liquefatto e sale con una lenta rosolatura che richiede dalle 4 alle 5 ore. Si serve con la polenta, bagnata dallo stesso sugo di cottura.

IL LIMONCELLO

Lasciar macerare la sottile parte esterna della buccia di 12 limoni, meglio se ancora verdi, in mezzo litro di alcool puro per 1 giorno in un recipiente chiuso. Trascorso questo periodo si tolgono le bucce. Si fanno sciogliere sul fuoco 500 grammi di zucchero in 80 cl di acqua. Si lascia raffreddare lo sciroppo appena formato e si unisce con l’alcool. Si lascia riposare in recipiente chiuso per almeno 10 giorni. Si serve fresco di frigorifero. Eventuali piccole particelle scure galleggianti sono segno della presenza degli olii essenziali del limone e sono una caratteristica di genuinità.

IL VINO

Il favorevole clima mediterraneo permette la coltura dell’uva dalla quale nascono pregiati vini come il bianco di Lugana, tipico dell’area a sud di Sirmione, il Groppello, anche detto Rosso Valtenesi, formato per metà da uve groppello e per la parte restante da Marzemino, Barbera e Sangiovese ed il Chiaretto, vino rosato ottenuto dalle stesse uve del Groppello vinifi ciate in bianco con pigiatura soffice.

L'OLIO D'OLIVA

Gargnà, Casaliva, Frantoio, Leccino, Miniòl, Pendolino: sono i nomi delle varietà di ulivi che si coltivano a Gargnano. Sempre spremute a freddo, a brevissimo tempo dalla raccolta, da esse si ricava un olio extravergine dalla bassissima acidità, leggero, lievemente amaro e piccante, con profumi che vanno dal carciofo, alla mandorla, dall’erba falciata, alla vaniglia, ai fi ori. Una curiosità: il garda è la località più a nord dell’Europa ove si coltiva l’ulivo.